A United Kingdom

Stampa

A United Kingdom

Regia: Amma Asante

 

La regista Amma Asante racconta, in United Kingdom – L’amore che ha cambiato la storia

l’unione che sostenne in modo determinante la liberazione dal dominio britannico del Bechuana, protettorato dell’Impero, destinato a rinascere nel 1966 con il nome di Botswana.

Al centro dell’epopea, l’erede al trono Seretse Khama (David Oyelowo) e l’impiegata di banca londinese Ruth Williams (Rosamund Pike) che, nel 1947, mentre il Sudafrica stava per essere varata la politica dell’apartheid, lo incontra e se ne innamora: “Adoro la figura di Ruth  -dice la protagonista- la ragazza con la grinta e un coraggio incredibili, quando è scoppiata la Seconda guerra mondiale era giovanissima ed è dovuta crescere in fretta. Finito il conflitto non ha scelto di vivere come una classica casalinga di periferia, ma si è trovata un lavoro come impiegata dei Lloyd’s di Londra. E poi ha conosciuto Seretse.

Una rivoluzione che cambiò due destini: “A quei tempi non c’erano in Gran Bretagna molte coppie miste, è stato difficile resistere fianco a fianco, affrontando i pregiudizi. L’amore è sempre radicale, ma per Ruth e Seretse lo fu molto di più”.

Prima l’opposizione della famiglia di lei, seguita dal tentativo, sostenuto dal governo britannico, di bloccare le nozze, poi la fredda accoglienza, in Bechuana, dalla famiglia di lui e infine le lunghe separazioni forzate, con Ruth da sola in Africa e il marito impegnato in Gran Bretagna a portare avanti la battaglia per la liberazione del suo popolo: “E’ la prima volta che si racconta la vicenda dci una donna bianca che vuole, con tutta se stessa, appartenere alla società nera.

Il suo comportamento era incomprensibile per la società da cui proveniva e sulle prime lo era anche per i parenti di suo marito.

A poco a poco, le barriere si infrangono e insieme alla tenacia della coppia si afferma l’indipendenza di un paese: “Abbiamo girato nella vera casa di Serowe dove Ruth aveva vissuto appena arrivata a Londra, aggiunge la protagonista, la produzione l’ha restaurata in base agli scatti della fotografa di Life Margaret Bourke-Withe. Sono anche andata visitare le tombe dei protagonisti del film, sepolti fianco a fianco, in cima al Kgotla. Vederle è stato molto toccante.