Nowhere Home

Stampa

 

Documentario di Giulia Ciniselli

Esiste un nesso tra l’opera d’arte e i luoghi dove nasce? Sedimentano nelle forme geografie e architetture
che ne hanno incorniciato la genesi a accompagnato la stesura? In viaggio tra testi e spazi dell’avanguardia
inglese, questo film interroga i segni del paesaggio - urbano, agreste e marittimo – che si distende sotto
l’occhio di una generazione di artisti particolarmente inquieta; per scoprire se e come lascia tracce di sé
sulla pagina scritta, la tela o nelle forme della scultura. La camera da presa conduce dalla Londra portuale
di Ford Madox Ford e Virginia Woolf alla ‘colonia’ artistica di St. Ives in Cornovaglia, dalle case storiche e
sontuose di Vita Sackville West e Rudyard Kipling agli spazi intimi della pittrice Vanessa Bell e di sua sorella
Virginia Woolf. Ci si sposta tra artisti spesso paradossali, in cerca di radici e nel contempo sempre pronti a
varcare la Manica per cercare in Francia e altrove ciò che non offre la Gran Bretagna, come accade alla
Bloomsbury-sur-mer di Cassis o a Saint-Rémy in Provenza, per vent’anni vero e proprio focolare di
modernità. Il documentario non intende in alcun modo ‘ricostruire’ il paesaggio geografico e culturale di
allora, ma coglierne le tracce e talvolta disseppellirle dall’oblio, attraverso uno sguardo contemporaneo. Di
costa in costa, di casa in casa, affiora allora il ritratto di un’eccezionale stagione culturale della Gran
Bretagna e quello di una generazione dall’indole zingara, amante degli spazi di confine e incline alle forme
vagabonde.