Lucrezia Marinelli

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Recensioni Essere Rossana Rossanda

Essere Rossana Rossanda

E-mail Stampa PDF

 

Essere Rossana Rossanda

regia di Mara Chiaretti

Il documentario ricostruisce l'avventura politica di Rossanda con l’ausilio di cinque interlocutori (Carlo Freccero, Philippe Daverio, Sandro Lombardi, Fabrizio Barca e Nadia Fusini) che con lei ripercorrono alcune tappe fondamentali: dalla sua esperienza di partigiana all'ingresso nel Pci, dal rapporto con Togliatti alla radiazione dal partito, dal '68 al rapporto con il movimento femminista, dalla fondazione del 'Manifesto' al suo addio al giornale nel 2012, annunciato da lei stessa con un breve articolo in prima pagina, nel quale prendeva atto della "indisponibilità al dialogo" della redazione.

Ma il film di Mara Chiaretti vuole indagare l’altra Rossana  Rossanda: le sue frequentazioni assidue all'eremo di Monte Giove, dove partecipava a intere giornate di confronto fra credenti e non credenti; la sua passione per il cinema, l’amore mai abbandonato per l’arte, e in seguito per la pop art, così poco in voga tra i 'comunisti del secolo scorso'; l’ attenzione al suo aspetto e alla moda ("io e una mia amica di Genova fummo tra le prime nel partito ad utilizzare un poco di ombretto").

Spiritosa, autoironica, intelligente, Rossana Rossanda a 92 anni racconta se stessa. Ne esce un autoritratto potente, vivo ed emozionante di una protagonista del Novecento e oltre, impreziosito  dal magnifico materiale di repertorio - documenti, interviste, filmati ed immagini - che ben mostrano la grande ricchezza di esperienze di una vita data alla passione politica.

 

Mara Chiaretti è nata a Roma nel 1935. Si è occupata da sempre di arte contemporanea scrivendo su quotidiani e settimanali. Dal 1967 al 1972 ha diretto la Galleria d’Arte Iolas-Galatea e poi fino al 1989 si è occupata di arte contemporanea nello Studio Mara Chiaretti di Roma. Dal 1992 è stata assistente alla regia di Federico Tiezzi della Compagnia teatrale ” I Magazzini”. Nel 1997 ha diretto il documentario Swing Heil (Premio Sacher d’Argento 1998) e nel 1999 Em Shakulà – Madre senza (Menzione speciale della Giuria al Festival Arcipelago 2000). Nel 2001 ha diretto Davai bistrè! Avanti presto! prodotto da Nanni Moretti e Angelo Barbagallo per la serie “I diari della Sacher”, presentato al Festival cinematografico di Venezia 2001. Nel 2001 ha scritto e diretto il cortometraggio Vestito da sposa presentato al Torino Film Festival nell’ottobre 2001 Nel 2006 ha scritto e diretto “Siluro rosso”, distribuito da BIM, documentario sulla vita di Rubén Gallego, scrittore disabile cresciuto in un orfanotrofio dell’Unione Sovietica. Siluro rosso ha preso il premio internazionale Gogol della Fondazione Eltsin. Il suo ultimo lavoro, del 2013 “Io sono qui”, dialogo muto con una figlia.

 

 

 

News

Immagine
Rassegna l'Occhio delle Donne 2015

Giovedì 26 Febbraio 2015 ore 21.00  inizia la rassegna l'Occhio delle Donne al Cinema Rondinella Viale Matteotti 425 a Sesto S. Giovanni. La... Leggi tutto...
Serata per Antonia Pozzi

Sabato 11 Ottobre alla ore 18 Presso la Libreria delle Donne di Milano - Via Pietro Calvi 29 - sarà presentato il documentario Il cielo in me. Vita... Leggi tutto...
Immagine
13 Marzo - In viaggio con Cecilia

Giovedì 13 Marzo ore 20.30 al Festival di Cinema Sguardi Altrove allo Spazio Oberdan di Milano il film In viaggio con Cecilia di Cecilia... Leggi tutto...
Immagine
Rassegna 2014 - Desiderio e determinazione femminile

DESIDERIO E DETERMINAZIONE FEMMINILE Ci piace sempre parlare di libertà femminile. In questi anni assistiamo alla sua affermazione in un movimento... Leggi tutto...
Vision 15 febbraio 2014

Sabato 15 febbraio alle ore 17.30 presso la Libreria delle Donne di Milano l'Associazione Lucrezia Marinelli ripropone il film Vision di Margarethe... Leggi tutto...
Immagine
BOOKCITY MILANO 2013

BOOKCITY MILANO 2013 VisiondiMargarethe von Trotta sabato 23 novembre, ore 17.30 La Libreria delle Donne e l’Associazione Lucrezia Marinelli, ... Leggi tutto...

email
CONTATTACI: info@lucreziamarinelli.org

Tel: 02/2482672

Tel: 02/2424640

Tel: 02/2553213

facebook


Sito realizzato da: Marco Ruberto