Lucrezia Marinelli

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Recensioni Tra cinque minuti in scena

Tra cinque minuti in scena

E-mail Stampa PDF

Tra cinque minuti in scena

Regia:  Laura Chiossone 

 
 

Tra cinque minuti in scena è l’esordio nel lungometraggio di  Laura Chiossone. Una prova di regia impegnativa e ardita in cui la dimensione del documentario si lega a quella teatrale e alla fiction del dietro le quinte.

Il motore primo, il cuore del film è il rapporto vero di Gianna Coletti, attrice,  con la madre Anna, ultranovantenne. Una figlia e una madre in una relazione lunga quanto la vita della figlia. Una quotidianità di gesti, parole e silenzi giornalmente  sperimentata, capace di rinnovarsi e di nutrire costantemente l’energia per uno scambio  in cui, un po’ malinconicamente, i ricordi e i rimpianti scorrono e si intrecciano ancora ai tanti significati dell’esistenza e dell’amore che le tiene unite. Un legame potente e sorgivo che ci riporta dentro alla dimensione umana delle relazioni.

Non c’è più quella madre che, amante dello spettacolo,  spingeva la piccola Gianna a tirare fuori il meglio di sé, e pagava, con grandi sacrifici,  le lezioni di recitazione, musica, canto e ballo e che la voleva brava e famosa. Ora è lei, la figlia, in uno scambio segnato dalla restituzione, ad accudirla, nutrirla, a prendersi cura del suo corpo fragile e bisognoso. E’ Gianna ora ad essere benevola,  acconsentendo ai ricatti, alle piccole tirannie; a giocare e prendere in giro le sue fissazioni, a maneggiare con una confidenza e intimità, quasi impudiche, quel corpo debole con le sue prepotenti urgenze e che la macchina da presa registra inesorabilmente. Come sono ripresi i momenti serenamente spassosi, fra battute e canzoni: scene che ci fanno sorridere e meglio reggere la forza delle immagini con la struggente sensazione  di un finale imminente.

L’invenzione registica di mettere in scena con una piccola compagnia teatrale una commedia alla maniera dei ‘Legnanesi’, in cui con piglio ironico e scherzoso, si parla del problematico rapporto tra una madre anziana e una figlia non più giovane, interpretata dalla stessa Gianna, fa da rispecchiamento alla rappresentazione del reale, lo oggettiva rendendolo più leggero e sopportabile. Il dietro le quinte, in cui gli stessi attori appaiono nelle vesti di tutti i giorni, si sofferma sulle loro soggettività e relazioni. C’è l’attrice, ormai matura, con tanti rimpianti per un passato forse di maggior gloria; il capocomico, alle prime armi e  pieno di speranze, alle prese con le difficoltà economiche della messa in scena; la giovane attrice, emigrata dall’Est, che inseguendo un sogno, cerca lavoro e amore; la moglie del produttore nella triste situazione della donna abbandonata; e l’amore silenzioso e timido tra Gianna e il maturo attore. Tutti insieme  costituiscono l’altra rappresentazione della realtà di Gianna.

La professionalità delle attrici e degli attori, tutti provenienti dal teatro, contribuiscono considerevolmente alla resa qualitativa del film, la cui realizzazione ha messo in campo strumenti di lavorazioni differenti per meglio evidenziare le tre parti e i loro diversi linguaggi.

 Recensione di Silvana Ferrari

 

News

Immagine
Rassegna l'Occhio delle Donne 2015

Giovedì 26 Febbraio 2015 ore 21.00  inizia la rassegna l'Occhio delle Donne al Cinema Rondinella Viale Matteotti 425 a Sesto S. Giovanni. La... Leggi tutto...
Serata per Antonia Pozzi

Sabato 11 Ottobre alla ore 18 Presso la Libreria delle Donne di Milano - Via Pietro Calvi 29 - sarà presentato il documentario Il cielo in me. Vita... Leggi tutto...
Immagine
13 Marzo - In viaggio con Cecilia

Giovedì 13 Marzo ore 20.30 al Festival di Cinema Sguardi Altrove allo Spazio Oberdan di Milano il film In viaggio con Cecilia di Cecilia... Leggi tutto...
Immagine
Rassegna 2014 - Desiderio e determinazione femminile

DESIDERIO E DETERMINAZIONE FEMMINILE Ci piace sempre parlare di libertà femminile. In questi anni assistiamo alla sua affermazione in un movimento... Leggi tutto...
Vision 15 febbraio 2014

Sabato 15 febbraio alle ore 17.30 presso la Libreria delle Donne di Milano l'Associazione Lucrezia Marinelli ripropone il film Vision di Margarethe... Leggi tutto...
Immagine
BOOKCITY MILANO 2013

BOOKCITY MILANO 2013 VisiondiMargarethe von Trotta sabato 23 novembre, ore 17.30 La Libreria delle Donne e l’Associazione Lucrezia Marinelli, ... Leggi tutto...

email
CONTATTACI: info@lucreziamarinelli.org

Tel: 02/2482672

Tel: 02/2424640

Tel: 02/2553213

facebook


Sito realizzato da: Marco Ruberto