Lucrezia Marinelli

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home

Sunshine Cleaning

E-mail Stampa PDF

un film di Christine Jeffs
USA 2008 – durata 91’

Recensione di Silvana Ferrari

 

Vite difficili e faticose quelle delle sorelle Rose e Norah Lorkowski raccontate nel film della regista neozelandese Christine Jeffs, girato nei quartieri popolari di Albunquerque, New Mexico, in cui sbiadite casette prefabbricate ad un piano su aridi sterrati si susseguono a roulotte divenute abitazioni stanziali, parcheggiate su terreni altrettanto incolti; ravvivano il desolante arredo urbano le luci lampeggianti   dei ristoranti e delle tavole calde a poco prezzo e quelle degli squallidi e anonimi motel.

Senz’altro è faticosa la vita di Rose, la maggiore delle sorelle, madre single di Oscar, un bambino fantasioso e intelligente per il nonno, un po’ disadattato e fuori dagli schemi per gli insegnanti della scuola pubblica. Per sbarcare il lunario pulisce le case e le camere degli alberghi; per darsi coraggio, nei momenti di maggior desolazione e sconforto deve recitare davanti allo specchio una specie di  mantra rinforzante e auto convincente del tipo: ‘sei brava, sei forte, puoi farcela, sei potente ecc…’.

Un po’ più ai margini, più fragile e incasinata, è Norah. Graziosi tatuaggi sulle braccia, rapporti annoiati con l’altro sesso, lavori saltuari dai quali viene frequentemente licenziata e babysitter  un po’ traumatizzante per il nipote. Nel cuore cela la tragedia, mai  superata, della loro infanzia: la morte “fai da te“ della madre, il cui corpo senza vita fu scoperto proprio dalle figlie, allora bambine.

Il sogno di Rose è un lavoro sicuro e dignitoso che le permetta di vivere  senza provare vergogna  per la sua vita e le sue scelte; e remunerativo quel tanto che  le dia  la possibilità d’iscrivere il figlio ad una scuola privata più comprensiva e attenta.

Quando l’uomo con cui ha una relazione, un poliziotto sposato e suo boyfriend alle superiori, le propone un lavoro certamente redditizio ma disagevole e non di tutto riposo, quello di ripulire le scene dove è avvenuta una morte cruenta, lei accetta pensando di aver finalmente trovato una chance, una possibilità da condividere immediatamente con la sorella. Di fatto insieme costituiscono la società di pulizie ‘Sunshine Cleaning’, e  Rose contemporaneamente ripone nel cassetto  il vecchio sogno di diventare agente immobiliare.

La nuova attività non avrà vita facile sia per la partecipazione emotiva delle due sorelle alle tragedie altrui sia per la loro mancanza di professionalità.  Alla fine tutto si risolverà secondo i desideri di entrambe, in un finale non tradizionale, non del tipo un nuovo amore o l’incontro, risolutore di tutti i problemi, con un uomo ricco, ma più semplicemente e realisticamente nella creazione, per Rose, di un’attività imprenditoriale basata su più  sicure prospettive di riuscita e per Norah sulla possibilità di affrontare una vita propria, fuori e lontano dalla tutela e dalla protezione della sorella maggiore. Quindi non un finale miracolistico, ma realistico perché per l’America della crisi economica – e lo stesso per l’Italia – il miracolo consiste nel  trovare un lavoro dignitoso e soddisfacente.

Le due attrici,  Amy Adams nel ruolo di Rose, e Emily Blunt in quello di Norah, assumono caratteri apparentemente in opposizione: la maggiore, più impositiva e determinata, nell’intimo deve quotidianamente farsi coraggio per affrontare le complicazioni e le crisi della sua vita; la più giovane, più insicura e  più evidentemente segnata dal trauma infantile - vedi la scena in cui da una scatola nascosta riprende alcuni oggetti della madre, una piuma, alcuni mozziconi di sigarette segnate dal rossetto -, è più trasgressiva e meno sottomessa alle regole e ai condizionamenti sociali. Nonostante i caratteri individuali le due sorelle, nella loro ricerca di un senso da dare alle loro vite, risultano ben decise al cambiamento e disposte a perseguirlo.

 

News

Immagine
Rassegna l'Occhio delle Donne 2015

Giovedì 26 Febbraio 2015 ore 21.00  inizia la rassegna l'Occhio delle Donne al Cinema Rondinella Viale Matteotti 425 a Sesto S. Giovanni. La... Leggi tutto...
Serata per Antonia Pozzi

Sabato 11 Ottobre alla ore 18 Presso la Libreria delle Donne di Milano - Via Pietro Calvi 29 - sarà presentato il documentario Il cielo in me. Vita... Leggi tutto...
Immagine
13 Marzo - In viaggio con Cecilia

Giovedì 13 Marzo ore 20.30 al Festival di Cinema Sguardi Altrove allo Spazio Oberdan di Milano il film In viaggio con Cecilia di Cecilia... Leggi tutto...
Immagine
Rassegna 2014 - Desiderio e determinazione femminile

DESIDERIO E DETERMINAZIONE FEMMINILE Ci piace sempre parlare di libertà femminile. In questi anni assistiamo alla sua affermazione in un movimento... Leggi tutto...
Vision 15 febbraio 2014

Sabato 15 febbraio alle ore 17.30 presso la Libreria delle Donne di Milano l'Associazione Lucrezia Marinelli ripropone il film Vision di Margarethe... Leggi tutto...
Immagine
BOOKCITY MILANO 2013

BOOKCITY MILANO 2013 VisiondiMargarethe von Trotta sabato 23 novembre, ore 17.30 La Libreria delle Donne e l’Associazione Lucrezia Marinelli, ... Leggi tutto...

Sito realizzato da: Marco Ruberto